Cuscuta epithymum (L.) L. subsp. epithymum




CONVOLVULACEAE Juss.
Solanales Juss. ex Bercht. & J.Presl
Asteranae Takht.
Magnoliidae Novák ex Takht.

Clicca qui / Click here


© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro

Distributed under CC BY-SA 4.0 license.





Fonte / Source:
Portale della Flora d'Italia / Portal to the Flora of Italy
http://dryades.units.it/floritaly



La cuscuta del timo è una pianta annua a distribuzione eurasiatico-sudeuropea presente in tutte le regioni d'Italia. La distribuzione regionale si estende su quasi tutto il territorio, con qualche lacuna soprattutto nella bassa pianura friulana; in Carso la specie è comune quasi ovunque, soprattutto nelle praterie aride. Vive come parassita di altre piante ed è priva di clorofilla, attaccando diverse specie, soprattutto Lamiaceae, dal livello del mare alla fascia montana inferiore. Le specie di questo genere hanno foglie ridotte a squame e sono prive di clorofilla; i sottili fusti filiformi si attorcigliano attorno alle piante ospiti perdendo il contatto con il terreno per nutrirsi esclusivamente della linfa dell'ospite tramite austori che penetrano nei fusti. Le cuscute possono anche divenire vettore di fitoplasmi verso la pianta ospite. Sembra che almeno alcune specie siano in grado di riconoscere le piante ospiti tramite sostanze volatili da esse rilasciate. Molti paesi hanno leggi che vietano l'importazione di semi di cuscuta assieme a quelli delle piante coltivate. Il nome generico è di derivazione araba ('kúshuth'); quello specifico deriva dal greco e significa 'sul timo' in riferimento a una delle piante ospiti; il nome volgare, 'pittimo', designa una donna particolarmente asfissiante ('pittima'). Forma biologica: terofita parassita. Periodo di fioritura: luglio-ottobre. Comune nel Parco.



Nome italiano: Anadraela (Emilia-Romagna, Bologna), Barba di piante (Puglia, Lecce), Bernebi (Piemonte, Borgo S. Dalmazzo), Brè d' nibi (Piemonte, Cuneo), Capelagne (Abruzzi), Capelaine (Abruzzi), Carpaterra (Piemonte), Cavei d'angel (Piemonte, Nizza, Monferrato), Cavelli de stria (Liguria, Pegli), Caviera (Piemonte, Mondovì), Cavilein (Emilia-Romagna, Reggio), Cavileina (Emilia-Romagna, Romagna), Cavilin (Emilia-Romagna, Reggio), Crein (Emilia-Romagna, Reggio), Cren (Emilia-Romagna, Reggio), Cuscuta epitimo (Italia), Epitimbra (Toscana), Epitimo (Toscana), Epittamo (Toscana), Erba lova (Veneto, Belluno), Erba ragn (Emilia-Romagna, Romagna), Fen grech (Piemonte, Nizza, Monferrato), Fiamma (Abruzzi), Filo d'oro (Campania), Filo d'oru (Calabria), Fì de cuccu (Liguria, Mele), Granghierella (Puglia, Lecce), Grech (Emilia-Romagna, Reggio), Grech mat (Emilia-Romagna, Reggio), Greingol (Emilia-Romagna, Piacenza), Grep (Piemonte, Alessandria), Grin (Lombardia, Como, Mendrisio), Gringa (Lombardia, Como), Gringu (Liguria, Genova, Voltri), Groem (Lombardia, Brescia), Gronghel (Emilia-Romagna, Reggio), Grongol (Emilia-Romagna, Reggio), Jerba lova (Friuli, Carnia), Jerbe di rabie (Friuli), Jerbe love (Friuli), Lanez (Friuli), Lett (Emilia-Romagna, Reggio), Lov (Friuli, Carnia), Malazza (Lombardia, Milano), Martinazz (Friuli), Pitimo (Campania), Pittima (Abruzzi), Pittimo (Toscana), Pittimo del Timo (Italia), Podagra (Calabria), Ragn (Emilia-Romagna, Romagna), Ragna (Abruzzi), Rampaterra (Campania), Ranine (Emilia-Romagna, Reggio), Rasca (Liguria, Nizza), Rasca dij pra (Piemonte), Ref del diavol (Emilia-Romagna, Piacenza), Refe (Umbria, Bevagna), Reiv (Emilia-Romagna, Reggio), Reiv dal cocch (Emilia-Romagna, Reggio), Reiv dal dievel (Emilia-Romagna, Reggio), Rev cucch (Emilia-Romagna, Reggio), Rev ed cucch (Emilia-Romagna, Reggio), Riganeddu di piledra (Sicilia), Scuffia (Lombardia, Milano), Suprasatira (Sicilia, Avola), Tarpigna (Puglia, Lecce), Tarpignan Caviinna (Piemonte), Tigna (Liguria, Sarzana), Tigna (Piemonte, San Damiano), Voli (Friuli, Carnia), Voul (Friuli), Vrengel (Emilia-Romagna, Reggio), Vronghel (Emilia-Romagna, Reggio)





© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andtrea Moro
Comune di Trieste, località Basovizza, presso la foiba. , TS, FVG, Italia, 30/8/04 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Dolina/San Dorligo della Valle, località San Lorenzo, lungo il ciglione della Valle Rosandra., TS, FVG, Italia, 23/08/05
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, Comune di Santa Sofia, prato nei pressi del Passo la Calla., FC, Emilia-Romagna, Italia, 12/08/2007
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Parco Nazionale delle foreste Casentinesi, Comune di Santa Sofia, prato nei pressi del Passo la Calla., FC, Emilia-Romagna, Italia, 12/08/2007
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Casentino, comune di Chiusi della Verna, ai margini dell'abitato, radura in area boscosa., AR, Toscana, Italia, 12/08/2007
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro

Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Hippolyte Coste - Flore descriptive et illustrée de la France, de la Corse et des contrées limitrophes, 1901-1906 - Public domain - copyright expired.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Rodolfo Riccamboni
Carso Triestino, nei pressi di Grotta Caterina (Prepotto), TS, Friuli Venezia Giulia, Italia, 04/07/2014



© Remo Bernardello
by Remo Bernardello
Liguria, Italia, 06/2019