Bifora radians M.Bieb.




APIACEAE Lindl.
Apiales Nakai
Asteranae Takht.
Magnoliidae Novák ex Takht.

Clicca qui / Click here


© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro

Distributed under CC BY-SA 4.0 license.





Fonte / Source:
Portale della Flora d'Italia / Portal to the Flora of Italy
http://dryades.units.it/floritaly



Specie eurimediterranea, da noi nota per poche stazioni in pianura e collina, forse introdotta e sicuramente incostante, legata a vegetazioni ruderali. In Carso è molto rara e sporadica, la prima segnalazione risale al Marchesetti (Campo Marzio). Cresce in coltivazioni cerealicole, ma anche in giardini alla periferia degli abitati. La pianta, inclusi i fiori, ha un forte e nauseante odore di plastica bruciata: contiene numerosi olii essenziali che sembrano efficaci contro gli afidi.



Nome italiano: Anes (Veneto, Treviso), Anesi (Veneto, Verona), Bifora raggiata (Italia), Coriandoli de cativo odor (Veneto, Parenzo), Coriandolo puzzolente (Italia), Erba bianca (Veneto, Verona), Erba che spoessa (Lombardia, Brescia), Erba della tempesta (Veneto, Verona), Jerbe puzze (Friuli), Zizania (Veneto, Verona)





© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Entroterra di Parenzo., Croazia, 30/4/04 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Località Kostabona, campo di cereali., Slovenia, 22/2/05 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Località Kostabona, campo di cereali., Slovenia, 22/2/05 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Hippolyte Coste - Flore descriptive et illustrée de la France, de la Corse et des contrées limitrophes, 1901-1906 – Public domain - copyright expired.