Elaeagnus x ebbingei Boom







L'olivagno di Ebbinge è un arbusto sempreverde ottenuto da ibridazione tra E. pungens ed E. macrophylla, creato in Olanda nel 1928, da noi frequentemente coltivato come pianta ornamentale in parchi e giardini. Predilige terreni acidi e ben drenati ed è adatto ai litorali per la resistenza alla salsedine. Si conoscono alcune cultivar di successo, come 'Limelight', che è ben conosciuta e apprezzata nel nostro paese (dove però è venduta in alcuni vivai con il nome improprio di 'Variegatus') grazie alle foglie, di colore verde-grigiastro con screziature giallastre. Il nome generico deriva dal greco 'elèa' (oliva) per la somiglianza del frutto ad un'oliva; l'ibrido è dedicato all'olandese J. W. E. Ebbinge (1870-1948), che lavorò in una scuola di orticultura a Boskoop; la 'x' sta ad indicare che si tratta di un ibrido. Forma biologica: fanerofita cespugliosa. Periodo di fioritura: ottobre-novembre.



Nome italiano: