Clinopodium menthifolium (Host) Stace subsp. menthifolium




LAMIACEAE Martinov
Lamiales Bromhead
Asteranae Takht.
Magnoliidae Novák ex Takht.

Clicca qui / Click here


© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro

Distributed under CC BY-SA 4.0 license.





Fonte / Source:
Portale della Flora d'Italia / Portal to the Flora of Italy
http://dryades.units.it/floritaly



Syn.: Calamintha nepeta (L.) Savi subsp. sylvatica (Bromf.) R. Morales - La calaminta selvatica è un'entità a distribuzione europeo-caucasica presente in quasi tutte le regioni d'Italia (non segnalata per Molise e Sardegna). Cresce in boschi ripariali, boschi misti, incolti e radure, dal livello del mare ai 1500 m circa. Tutte le parti della pianta contengono un olio essenziale costituito principalmente da mentolo, borneolo ed altri componenti terpenici e hanno un aroma che ricorda quello della menta, ma più intenso e canforato. Le foglie vengono spesso raccolte come condimento. Il nome generico deriva dal greco 'klinos' (letto) e 'pous' (piede), per la forma dei fiori che a Linneo ricordavano i piedi di un letto; il nome specifico è quello di un'erba citata da Plinio; il nome della sottospecie, dal latino 'sylva' (selva), allude all'habitat boschivo. Forma biologica: emicriptofita scaposa. Periodo di fioritura: maggio-ottobre.



Nome italiano: Calamenta maggiore (Italia), Calamenta selvatica (Italia), Mentuccia maggiore (Italia)





© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Trieste, località Padriciano, prato arido alle spalle dell'abitato. , TS, FVG, Italia, 23/7/04 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
by Andrea Moro
Comune di Trieste, località Padriciano, prato arido alle spalle dell'abitato. , TS, FVG, Italia, 23/7/04 0.00.00
Distributed under CC-BY-SA 4.0 license.



© Hortus Botanicus Catinensis - Herb. sheet 060327